Mappa interattiva della camminata

Visualizza la mappa

Pubblicato in materiali | Lascia un commento

la terra trema, milano 26.11.10

il 26.11.10, presentazione di Lactuca Serriola a La Terra Trema, al leoncavallo di Milano (qui il programma completo):

26 novembre, ore 17.00  Degustazione e incontro
Mimmo Lavacca
La Casa del Cibo
La tutela degli ulivi secolari di Puglia

+ proiezione di Lactuca Serriola – Dalla campagna al mare, a cura di TooA

Pubblicato in proiezioni | Lascia un commento

Imaginaria Film Festival, Conversano

questa sera presenteremo Lactuca Serriola durante il festival Imaginaria, che ha coprodotto il progetto insieme alla cooperativa Artimedia.

vi aspettiamo!

Pubblicato in proiezioni | Lascia un commento

puglia: terra/mare

22 agosto 2010, ore 8.00

siamo partiti!

due giorni a piedi dalla masseria dei monelli (conversano) a torre incina, con cena e sosta notturna alla casa del cibo (monopoli).

le nostre guide speciali sono gianni signorile (masseria dei monelli), mimmo la vacca (casa del cibo) e michelangelo dragone.

coviandanti e co-organizzatori sono giuseppe de mattia e stefano coppola (artimedia).

insieme a noi (francesca cogni e donatello de mattia) camminano pietro d’attoma, alessandro cariello, eleonora cutrone, pierpaolo lonardelli, umberto calò, pamela catucci, cristina portolano, ozan koniloghu.

scarpe, cappello, borraccia. pronti, partenza… via!

Pubblicato in testi | Lascia un commento

il call al laboratorio

Imaginaria Film Festival, TooA e Artimedia produzioni presentano il workshop di cinema camminante “Puglia Terra/Mare” a cura di Donatello De Mattia e Francesca Cogni (TooA) nell’ambito dell’ottava edizione di Imaginaria Film Festival.

Si propone un workshop di 7 giorni nel territorio compreso tra Conversano e Monopoli, per produrre un film collettivo di mappatura del paesaggio.

Verrà verificata la possibilità dell’andare a piedi dalla campagna al mare, utilizzando l’esperienza del cammino come guida della visione, seguendone il ritmo lento e riflessivo in una delle zone più interessanti e suggestive del territorio pugliese.

Durante la camminata verranno raccolte storie, leggende, immagini e tracce della cultura contadina che ha originato questi territori e della vita quotidiana di oggi, che costantemente li rielabora e li modifica.

Le esperienze vissute e osservate durante questa camminata verranno registrate attraverso macchine fotografiche, taccuini, mappe, videocamere, microfoni.

Durante il festival Imaginaria i materiali verranno montati in un esperimento di film a più mani, che sarà presentato a chiusura del festival.

Terra-mare

Il percorso a piedi da Conversano alla costa propone un’esperienza inconsueta al di fuori dell’urbanità quotidiana a cui siamo abituati, in un territorio fatto di architetture e muri a secco, ulivi e masserie.

Una camminata nella campagna pugliese che escude il più possibile le strade principali (comunali, provinciali, statali) percorrendo unicamente la fitta rete di strade rurali.

Giunti sulla costa, in prossimità di Monopoli, si apre innanzi a noi l’orizzonte: ecco il mare.

La terra diventa acqua – il Mediterraneo – la cultura contadina lascia il passo a quella marinara, il paesaggio si divide: davanti il mare, dietro la campagna.

Quello proposto non è un itinerario precostituito che incrocia luoghi e architetture già note, ma è una deriva che incontra segni e strutture, storie e memorie lasciandosi sorprendere e guidare dalla casualità.

Il film

Il primo giorno del workshop verrà fatta un’introduzione alle tecniche di ripresa ambientale e verrà mostrata una documentazione di esperienze di artisti che hanno lavorato sui temi del paesaggio e del percorso, usando il video, il sound design, i carnet de voyage.

I partecipanti saranno invitati a scegliere il linguaggio che più gli appartiene, e a mappare il percorso attraverso il video, il disegno, il suono, la fotografia, la scrittura con i propri strumenti tecnici.

Tematicamente, si lavorerà parallelamente e intrecciando piani differenti: dalla botanica al paesaggio, dalla storia alla quotidianità del presente.

Importante sarà la condivisione costante di idee, riflessioni e materiali con il gruppo.

Il montaggio mescolerà i materliali prodotti dai partecipanti nel modo più organico possibile, mantenendo il carattere di lavoro aperto, sperimentale e in progress.

Pubblicato in testi | Lascia un commento