IL FILM

4 risposte a IL FILM

  1. eleonora62 ha detto:

    Fruscio di piedi in moto e silenzio.
    Poche parole e silenzio.
    Una lunga strada da percorrere spesso in silenzio.
    Un piede dopo l’altro, a volte piano a volte più in fretta, lo sguardo a terra e ,ai margini degli occhi, visioni.
    Una pianta, un albero, un sasso a richiamare l’attenzione lungo il cammino.
    Fermarsi, ascoltare la storia di una pianta, di una comunità, piena di forse, di perchè, di indeterminatezza.
    Ricostruire la storia da quello che ancora possiamo vedere, chiedersi quando gli uomini sono arrivati, perchè là si sono fermati, perchè sono andati via e dove.
    Come hanno vissuto, cosa hanno cercato, cosa li ha spinti a restare, a costruire muri di fortificazione, pozzi per raccogliere l’acqua?
    Aggirarsi tra le pietre, comprenderne la forza e la necessità.Vedere in esse l’ingegno umano, la fede nella propria forza,unico strumento per la sopravvivenza di una comunità.
    Dove è andato tutto questo, pensi guardando chilometri di asfalto che sembra mangiare tutto, ricoprire tutto come un sudario nero a nascondere la vita.
    Ma la vita è forte e non si lascia ricoprire.Esplode di nuovo, anche solo ai margini a dirci ancora e ancora che ad essa dobbiamo abbandonarci.
    E la strada continua, ci porta al mare.Ma è solo una meta..Perchè una strada è solo una strada tra tante, ma se ha un cuore è la tua strada e lungo questa puoi camminare, guardando e guardando, senza fiato.

  2. Pingback: Programma La Terra Trema 2010 : la terra trema

  3. Chiara ha detto:

    Molto interteressante!!!!!!!Bravi.Michelangelo in bermuda è fighissimo!!!!!!!!!

  4. Chiara ha detto:

    Le nostre orecchie sono, ogni giorno di più, inquinate da rumori incessanti ai quali sembriamo tristemente rassegnati: automobili, lavori in corso, voci sempre più alte, televisione sempre accesa …
    Allontanandoci dai centri abitati, magari incontrando il suono piacevole dell’acqua che scorre o la tranquillità di un bosco con il rumore delle foglie mosse dal vento, raggiungeremo luoghi dove si potrà assaporare uno dei beni più rari e preziosi del nostro tempo: il silenzio.
    GRAZIE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...